venerdì 27 febbraio

loc. 27 febbraio UbiMayer … … un calembour che individua un gruppo di musicisti “folgorati” dalla comune passione per John Mayer (ma non solo) ….amanti principalmente della musica americana, una fusione di country- pop- rock con venature ritmiche funkeggianti che nessuno come John Mayer ha mai espresso e comunicato in modo così completo, quindi “mayor” in questo genere. Nel loro repertorio anche brani di Susan Tedeschi & Derek Trucks e un contributo agli immarcescibili Eagles

LA BAND

Claudio Prosperini (lead guitar): musicista a tutto tondo, uno dei fondatori di Stradaperta gruppo storico degli anni ’70 e backing band di Antonello Venditti per circa un decennio, diversi dischi al suo attivo e molte collaborazioni con altri artisti della scena musicale romana, l’anima trainante degli UbiMayer
Sandro Ludovisi (lead vocal & percussions): viaggiatore per lavoro e per passione, nasce come batterista/cantante con il senso del ritmo che è da sempre la sua carta d’identità… la sua energia è veramente contagiosa!
Claudio Caldana (electric guitar): “bancario per caso”, chitarrista in pectore, ama la strumento più di se stesso e stupisce il gruppo con i suoi “effetti speciali”, per lui gli anni ’70 non sono un ricordo ma una presente realtà
Francesco Smeriglio (acustic guitar): la sua vera anima è il mare e la vela e la chitarra acustica è lo strumento che meglio lo rappresenta, sapore di viaggi e distese aperte dove perdersi e sognare di sognare di perdersi
Gloria Ludovisi (bass guitar & vocalist): archivista storica e ricercatrice per formazione e professione, musicista per indole e passione, nasce come cantante, transitando poi in orchestre di percussioni dove suona con grande soddisfazione il “repenique” ed infine il basso, il “Deus ex Machina” che le ha permesso di coniugare insieme le sue tre anime, metodo, ritmo e melodia
Fabio Casentini (drums): “maestro” batterista esperto e navigato, tra l’Italia e l’America ha intensificato i suoi studi e le sue esperienze sul campo con svariati musicisti, spazia dal pop al blues, dal rock al latin jazz, insomma un pilastro a cui appoggiarsi, il collante che tiene insieme in modo eccellente il groove del gruppo
Sergio Intorcia (keyboards & vocalist): ha la testa fra le nuvole ma butta il cuore oltre l’ostacolo, suona anche altri strumenti ma quello che predilige è la tastiera, peccato che non la possa portare sulla spiaggia accanto al falò, luogo che meglio rispecchia la sua anima sognante e intimista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...